The Best Online Pharmacy. Buy Cialis Without Prescription – Orders-Cialis.info

Why buy cialis on the internet is really beneficial for you?

So you’ve decided to order cialis and do not know where to start? We can give you some advice. First, ask your doctor for advice in order to properly determine the dosage, when you do that, you need to decide for yourself exactly where you will be buying the drug. You can buy cialis online, or you can just buy it at the pharmacy. Buy cialis online has a number of advantages, one of which is price. The cost of the Internet will always be lower than in stores, and when combined with the free shipping, it will be the best choice. Besides the price there are a number of advantages over conventional pharmacies, one of which is anonymity. Also, you can always check the online store on reliability, read reviews about it and the opinion of other buyers. Read more.

Consiglio Comunale 29 febbraio 2106

Ieri sera si è  tenuta la riunione del Consiglio Comunale dove sono emerse chiaramente le priorità della Amministrazione Gobbi.

Infatti quando si è trattato di approvare delibere che riguardano opere pubbliche o convenzioni per la loro gestione, ieri sera è stata approvato la centrale Unica di Committenza in convenzione con i Comuni di Pozzuolo, Liscate e Bellinzago, si bruciano i tempi e si approvano addirittura prima degli altri Comuni. Quando invece le questioni riguardano il sociale si può tranquillamente aspettare: è successo con il Piano di diritto allo Studio del 2015/16 approvato a febbraio con urgenza perché sollecitato dalla Scuola; per la convenzione con l’Asilo dopo anni che era scaduta e solo perché abbiamo fatto l’esposto alla Corte dei conti.

Dopo che gli altri 7 Comuni del Distretto l’avevano approvata a fine dicembre 2015, ieri è stata posta in discussione la convenzione per attuare quanto previsto dal piano di zona distrettuale che avevamo approvato all’unanimità nel Consiglio Comunale dell’aprile del 2015.

La Giunta Gobbi, supportata dal parere della responsabile dell’ufficio servizi alla persona e ragioneria ( sono in capo alla stessa persona) ha presentato la convenzione escludendo il Servizio Assistenza Domiciliare  e i servizi educativi e di assistenza scolastici per i bambini disabili.

Le motivazioni: oggi il servizio domiciliare viene già svolto da due dipendenti del Comune e sui servizi scolastici è in corso un bando della durata di tre anni sugli stessi argomenti why not try this out.

Peccato che il bando è stato indetto quando già si sapeva che la convenzione avrebbe previsto a partire da settembre 2016 i servizi scolastici e per quanto riguarda l’assistenza domiciliare da tempo erano conosciute le intenzioni dei Comuni del distretto,( il primo documento su questo argomento era stato approvato nell’ultimo anno del mandato del Sindaco Vergani ), ma non è stato fatto nulla per poter impiegare diversamente le persone, anche all’interno delle attività distrettuali, cosi da poter dare ai cittadini di Vignate non auto sufficienti un servizio maggiore che coprisse ad esempio tutta la settimana e non solo dal lunedì al venerdì.

Di fatto la convenzione è stata svuotata dimostrando di avere poco interesse sui problemi sociali a gestioni associate sovra comunali, unica modalità, vista la scarsità di risorse, per poter continuare a garantire ai cittadini servizi di qualità.

Per verificare la reale partecipazione dell’Amministrazione alla costruzione della convenzione sia dal punto di vista politico, (Assemblea dei Sindaci), sia dal punto di vista operativo,( tavolo tecnico), abbiamo preannunciato la richiesta dei verbali delle riunioni dal 2013 ad oggi. Richiesta di accesso agli atti inviata oggi al Segretario Comunale.

Abbiamo richiesto come VSC che non venisse aggiudicato l’appalto per i servizi scolastici, cosa assolutamente possibile e confermata su nostra richiesta dal Segretario Comunale; che il servizio domiciliare partisse entro il gennaio del prossimo anno proprio per trovare altre soluzioni di utilizzo alle persone che attualmente svolgono il servizio.

Le risposte del Sindaco e della sua maggioranza (Capo Gruppo Consigliere Vergani sono state negative, tutte tese a dimostrare che le gestioni associate sono costose, fanno perdere tempo e non è detto che producano servizi con maggiore qualità.

Sulla base di queste risposte abbiamo votato contro e con noi anche Vivere Vignate dichiarando che con questa convenzione depotenziata dei servizi più innovativi prendevano in giro il Consiglio Comunale che aveva approvato il piano di zona e soprattutto i cittadini di Vignate che non potranno avere servizi di qualità al pari di tutti i cittadini dei Comuni dl Distretto.

Al di la delle chiacchiere o dei programmi elettorali gli interventi devono essere visibili, vedi il piano delle opere pubbliche recentemente presentato, mentre quando si tratta di investire sulle persone tutto è ricondotto ai costi, oltre che ad evitare il più possibile la gestione con altri Comuni.

Vignate, 1 marzo 2016

Vignate, Consiglio Comunale di sabato 13 febbraio. Di straordinario solo la convocazione con tre giorni di anticipo.

L’Amministrazione Gobbi ha convocato, con soli tre giorni di anticipo, un Consiglio Comunale straordinario nella mattinata di sabato 13 febbraio. In realtà gli argomenti in discussione erano del tutto ordinari, non c’era nulla di straordinario: il problema era l’urgenza di approvare il piano di diritto allo studio perché richiesto espressamente dalla scuola.

Una fretta quindi determinata dal colpevole ritardo con cui il piano è stato presentato, infatti di norma andrebbe discusso in Consiglio Comunale a ottobre-novembre dell’anno precedente; forse i nostri amministratori pensavano bastasse darlo per approvato virtualmente con un articolo sull’ultimo numero di dicembre di Vignate Informazioni.

Dopo la comunicazione sull’utilizzo dal fondo di riserva di 6.823 euro per la posa degli alberi arrivati gratuitamente da Expo, il Consiglio ha affrontato: il piano di diritto allo studio; la convenzione con l’”Asilo infantile”; la possibilità di vendita di un terreno del Comune.

Finalmente è stata presentata e approvata, anche con il voto favorevole dei consiglieri di Vignate SI Cambia, la convenzione con la scuola dell’infanzia ”Asilo infantile” di Vignate. C’è voluto l’esposto alla corte dei conti delle opposizioni per far decidere l’Amministrazione di presentare una serie di regole che finalmente darà certezze e trasparenza. Una scelta che abbiamo condiviso perché risponde a criteri di equità tra servizio pubblico e privato. Infatti lo stesso costo per bambino che ha il Comune verrà dato per ogni bambino all’asilo, contribuendo al proseguo di una esperienza positiva ed apprezzata dalle famiglie vignatesi.

Per quanto riguarda la possibile vendita di un terreno comunale, pur essendo favorevoli sulle motivazioni della scelta, abbiamo espresso un voto di astensione, perché non è stata accettata la nostra richiesta di acquisire una perizia giurata, esterna agli uffici comunali, per la definizione del valore dell’aerea. Condizione necessaria vista la possibile somma, più di un milione di euro, che dovrebbe entrare nelle casse comunali per realizzare una parte consistente di opere pubbliche, oltre che risolvere l’annoso problema della viabilità di S project management tools free.Pedrino con la realizzazione di una nuova strada dall’attuale rotonda alla zona industriale.

Siamo rimasti invece molto delusi da quanto contenuto nel piano di diritto allo studio. I buoni propositi annunciati nel piano precedente non si sono realizzati e sono stati riproposti nel piano attuale. Oltre alle dichiarazioni formali il rapporto di questa Amministrazione con la scuola rimane critico e l’azione, probabilmente nonostante le volontà personali dell’Assessore, rimane sul minimo indispensabile. Abbiamo espresso un voto contrario perché riteniamo che sulla scuola l’investimento, seppur necessario e condivisibile, non possa essere solo sulle strutture, ma debba fondarsi su una reale partecipazione tra istituzioni sia per affrontare problematiche riferite al disagio, sia per contribuire ad un investimento educativo e culturale sul futuro. Sempre a proposito di servizi scolastici siamo stati informati che la definizione della gara d’appalto subirà dei rallentamenti per problemi tecnici e questo probabilmente determinerà che fino alla fine dell’anno scolastico la gestione rimarrà all’attuale cooperativa. A questo proposito abbiamo ribadito sulla necessità di un controllo maggiore, in particolare del servizio di pre e post scuola, visti i problemi denunciati anche dai genitori.

Un Consiglio Comunale purtroppo molto ordinario, prassi normale per questa Amministrazione che continua a considerare il rapporto democratico tra maggioranza e opposizione solo un atto burocratico da esercitare il meno possibile e con la fretta di adempiere a scadenze non rinviabili considerando inutile, se non dannosa, la possibilità di una partecipazione costruttiva. A questo proposito da sottolineare come l’intenzione di attivare un tavolo per le politiche giovanili preveda un’ampia partecipazione di soggetti tranne dei consiglieri di opposizione!!

Vignate, 18 febbraio 2016

Vignate SI Cambia